Come conservare il vino: linee guida
come conservare il vino, how to store wine

Come conservare il vino: linee guida

Esistono delle regole d’oro su come conservare il vino una volta imbottigliato. Infatti per avere un prodotto finale eccellente che raggiunga nel tempo tutte le qualità organolettiche, di cromatura e densità desiderate è indispensabile seguire un processo di conservazione che tenga conto di molteplici fattori.

Infatti ad avvenuta maturazione del vino nelle botti, il vino dovrà essere imbottigliato e disposto in locali con caratteristiche particolari in modo tale da preservarne le qualità o migliorarle col tempo.

Alcuni errori commessi in questa ultima fase porterebbero il vino ad assumere caratteristiche indesiderate compromettendone irrimediabilmente il prodotto finale.

Seguendo i giusti accorgimenti in cantina, il vino che otterrete avrà tutte le caratteristiche dei vini più pregiati. Ecco i consigli su dove si conserva il vino e come conservarlo al meglio.

Come conservare il vino in bottiglia: le caratteristiche di una cantina perfetta

come conservare il vino

Il luogo idoneo dove conservare il vino è una ambiente con delle caratteristiche fisiche peculiari. Ecco come conservare il vino in bottiglia tenendo conto dei sei requisiti che la cantina perfetta deve avere:

  • Luce: Il vino è sensibile alle radiazioni solari. Essendo un prodotto di fermentazione, la luce innesca delle reazioni chimiche di ossidazione che trasformano gli elementi buoni e caratteristici del vino in altre sostanze sgradevoli alterandone il  gusto, l’olfatto e la cromatura. Il vino in bottiglia va dunque conservato in un luogo preferibilmente buio o al riparo dalle fonti di luce sfruttando casse di legno.
  • Umidità: l’ambiente di conservazione dovrà mantenere un tasso di umidità compreso tra il 65% e il 75%. Superata questa soglia si creerebbero muffe e batteri che andrebbero ad intaccare il vino. Un’aria secca invece accelera gli scambi di ossigeno, e se ancora nelle botti, l’acqua che evapora comprometterà la gradazione alcolica desiderata.
  • Temperatura: la temperatura di conservazione del vino deve aggirarsi intorno ai 11°-18°. Ciò dipende dalla tipologia di vino che stiamo conservando. Il vino bianco generalmente richiede temperatura di conservazione più basse rispetto al vino rosso. 
  • Inclinazione delle bottiglie: l’inclinazione da preferire è di 5°.Ciò permette non soltano ai sedimenti di separarsi e decantarsi, ma anche di mantenere il liquido a contatto con il tappo, impedendo scambi di ossigeno e preservandone l’aroma.

Caratteristiche ambientali

Il vino imbottigliato è infatti un prodotto in evoluzione e qualsiasi fattore esterno che ne alteri l’equilibrio di maturazione può compromettere le sue qualità finali.

Infatti in aggiunta ai parametri fisici l’ambiente di conservazione deve anche tenere conto di:

  • Odore: odori neutri, la cantina non deve essere compromessa da odori esterni, perchè il vino tende ad assorbirli
  • Vibrazioni: evitare oscillazioni e spostamenti delle bottiglie, perchè compromettono l’equilibrio delle molecole del vino, slegandole e alterando così il processo di maturazione.

Temperatura per conservare il vino

La temperatura è un fattore molto importante da considerare a prodotto imbottigliato. Esistono in commercio delle cantinette frigo a temperatura regolabile ideali per conservare il vino di tutte le tipologie. 

Infatti sia il vino rosso che bianco per mantenere le proprietà organolettiche nel tempo vanno conservati in un luoghi a temperatura costante. Generalmente per i vini rossi la temperatura ideale oscilla  tra i 12 e i 18°C, mentre per i vini bianchi e rosati tra gli 8 e i 12°C. I prosecchi e particolari vini bianchi frizzanti invece hanno una temperatura di conservazione intorno ai 4-6°C.  

Da evitare sempre gli sbalzi termici in quanto cambiamenti di temperature incidono sul volume del liquido o sulla precipitazione massiva di sedimenti sul fondo.

Come conservare il vino rosso

come conservare il vino rosso

La prima regola su come conservare il vino rosso è quella di avvicinarci alle condizioni di una cantina ideale. Bisognerà tenere conto della:

  • Temperatura: i vini rossi vanno conservati a temperature comprese tra i 12 e i 18 °. Nel caso di vini novelli giovani le temperature ottimali variano tra i 12 e 14°, mentre per i vini maturi tra i 14 e 18°. La temperatura minima per i vini rossi non deve mai scendere sotto gli 11° e mai superare i 20°.
  • Umidità: dovrà essere compresa tra il 65 e il 75%. 

Inoltre il vino rosso è molto più sensibile del bianco alla luce solare. Va conservato sempre in un posto buio o al riparo da fonti luminose eccessive. Tendenzialmente anche il colore della bottiglia deve essere scuro, proprio per evitare alla luce di penetrarvi. 

L’inclinazione da preferire per le bottiglie è di 5 gradi per i vini ti qualsiasi tipologia. Ma se il vino è invecchiato anche una posizione orizzontale andrà bene, l’importante è che il tappo sia a contatto con il liquido. 

Inoltre sono da evitare spostamenti e movimenti delle bottiglie che tendono a slegare le componenti del liquido.