Tappi per imbottigliare il vino

tappi per imbottigliare il vino

Quando si parla di qualità, le tipologie di tappi per imbottigliare il vino rivestono un ruolo fondamentale nella conservazione delle proprietà organolettiche e per preservarne tutte le caratteristiche di autenticità del prodotto finito.

Infatti il tappo non ha la sola funzione di sigillare la bottiglia, evitando l’ossidazione del prodotto a contatto con l’aria, ma la tipologia del tappo determina nel prodotto imbottigliato anche il mantenimento delle caratteristiche chimiche e olfattive prima del suo utilizzo, preservando così tutte le qualità del vino.

I materiali utilizzati per la produzione dei tappi sono molteplici, ma in antichità venivano utilizzati il sughero, il vetro e talvolta in assenza dei due, pezzi di legno avvolti nel tessuto.

Ad oggi il materiale più utilizzato per i vini di qualità è senza ombra di dubbio il sughero, ma si alternano tappi in metallo, in plastica, in sughero agglomerato, sintetici come il silicone e altri materiali industriali appositamente brevettati per altre tipologie di vini. Il mercato ad oggi poco tollera difetti nel tappo che possano intaccare la qualità del prodotto nel tempo. Inoltre sulla base della tipologia di vino da imbottigliare vengono utilizzati tappi di varia natura. Vediamoli allora insieme.

Tappo per vino 

La scelta dei tipi di tappo per l’imbottigliamento del vino dipende in linea di massima dal tempo di consumazione della bottiglia. Tendenzialmente per i vini a rapido consumo vengono preferiti i tappi sintetici o gli agglomerati di granelle medie di sughero. Il sughero vero e proprio invece, detto monopezzo, è più costoso e viene preferito per i vini a medio e lungo invecchiamento. 

tappi per imbottigliare il vino

La scelta del tappo per il vino, talvolta è dettato anche dalle esigenze di mercato. Infatti i tappi in sughero sintetici o in plastica hanno un costo meno elevato, e alcuni presentano ottime caratteristiche che si avvicinano quasi totalmente al monopezzo in sughero più costoso ma traspirabile. Vediamoli insieme:

  • Tappo sintetico: destinato al vino di rapido consumo. I tappi sintetici hanno caratteristiche molto simili a quelli in sughero, ma differiscono per la traspirabilità. Ecco perchè non sono consigliati per vini a lungo invecchiamento che necessitano invece di tappi in sughero che permette gli scambi gassosi.
  • Tappi in sughero: sono naturali e altamente traspirabili. Permettono gli scambi gassosi all’esterno e sono basilari nella fase di maturazione dei vini invecchiati.
  • Tappo in sughero agglomerato: destinati a vini di rapido consumo. Sono costituiti da agglomerati di granelle di sughero, assemblati con colle alimentari. Sono inoltre economici e vengono utilizzati per i vini fermi e mossi.
  • Tappi 1 + 1 oppure 2 + 0

Sono tappi costituiti una parte centrale di agglomerato e da due o una rondella in sughero all’estremità. Sono consigliati per i vini breve e medio invecchiamento.

  • Tappi in plastica: tappi destinati al vino di rapido consumo. Possono essere a fungo, a martello, a corona o a vite.

Miglior tappo per vino

Nonostante la versatilità dei materiali di ultima generazione il miglior tappo per vino resta comunque il sughero. Per molti vini e per l’utilizzo che bisogna farne della bottiglia, l’elevato costo del sughero non è consigliato quando i vini sono a rapido consumo. Ma se la qualità del vino è alta e il tempo di invecchiamento è maggiore, allora la scelta ricadrà inevitabilmente su questo.

Infatti il sughero ha una caratteristica che gli altri tappi per imbottigliare il vino non hanno o che hanno solo parzialmente, ovvero la traspirabilità che consente lo scambio gassoso con l’interno della bottiglia durante il tempo di invecchiamento. Per evitare l’unico inconveniente di muffe sul tappo di sughero, la bottiglia va conservata in luoghi idonei a temperature e pressioni ottimali.

Perché tappo di sughero per il vino

Il sughero è un materiale naturale che si ricava dalla corteccia delle querce da sughero. I tempi per la formazione e il rigenero naturale delle cortecce ricoprono intervalli di decine di anni, dunque il prezzo di un tappo da sughero supera di gran lunga quello dei materiali sintetici. Ma perchè il tappo da sughero è così pregiato per il vino?

Le qualità naturali del sughero sono pregiatissime in ambito enologico. Fondamentalmente la traspirabilità che naturalmente ha il tappo da sughero non la possiedono i tappi sintetici, o la possiedono solo parzialmente quelli di ultima generazione come i microgranulati di sughero assemblati.

Tappo aspira aria per vino come funziona

Può capitare che una volta aperta una bottiglia di vino non si riesca a consumarla del tutto. E’ possibile conservare il vino una volta aperto, mantenendo intatte le sue qualità, grazie alla pompa salva vino che consente di aspirare l’aria all’interno della bottiglia aperta, evitando così l’ossidazione. Si tratta di un tappo per vino che aspira l’aria, ma come funziona?

Tappo aspira aria per vino

Praticamente è un piccolo strumento in grado di generare un sottovuoto all’interno della bottiglia precedentemente aperta. L’aria che è fluita all’interno non potrà mai andare via, anche se tappiamo la bottiglia o utilizziamo rimedi casalinghi di chiusura. Con il tappo aspira aria, viene eliminato il contenuto d’aria all’interno permettendo al vino di conservarsi senza subire degradazioni anche per un mese dalla sua apertura.