Requisiti per imbottigliare l’olio e venderlo

requisiti imbottigliamento olio

Il pregiato oro giallo è sicuramente un prodotto alla base della cucina di moltissimi territori europei ed extraeuropei. Non a caso se si possiedono uliveti anche di modeste entità la scelta imprenditoriale di vendere l’olio è sicuramente una scelta vincente.

Infatti esistono dei requisiti specifici per imbottigliare l’olio e venderlo. Non basta semplicemente imbottigliarlo e apporvi un etichetta. Vi sono dei passaggi burocratici da rispettare.

Vendere un prodotto enogastronomico come l’olio d’oliva, significa vendere un prodotto finito che rispecchi esteticamente le classiche bottiglie di olio più o meno pregiato che vediamo in commercio. 
E’ difficile districarsi nella burocrazia italiana quando si richiedono le autorizzazioni per l’imbottigliamento dell’olio. Chiariamo un aspetto importante: il confezionamento può essere effettuato in proprio oppure presso i frantoi. L’iter da seguire in questi due casi sarà diverso. Vediamoli insieme.

Requisiti imbottigliamento olio: Normativa

requisiti imbottigliamento olio

La procedura dell’imbottigliamento dell’olio segue una normativa specifica e dei requisiti particolari sulla base della tipologia di imbottigliamento, se avviene in proprio oppure presso i frantoi. 

Nel confezionamento in proprio sono necessari i seguenti requisiti:

  • Partita Iva e i vari  Documenti Fiscali (D.d.T. e Fattura);
  • Autorizzazione sanitaria del locale da richiedere presso l’ASL
  • SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività, da richiedere tramite il

sindacato all’ufficio dei vigili urbani).

  • Iscrizione al Registro telematico “SIAN” in maniera autonoma o presso Caf (sindacato) per monitorare l’avanzamento del prodotto dall’imbottigliamento alla vendita.

Nel confezionamento presso i frantoi invece, il frantoio possiede tutte le autorizzazioni necessarie e rilasceranno:

  • La fattura di confezionamento ed etichettatura
  • La fattura di stoccaggio
  • Il documento di Reso confezionamento da Conto deposito.

Requisiti locali imbottigliamento olio

Per quanto riguarda i requisiti di imbottigliamento locali dell’olio ogni azienda è tenuta a redarre il proprio manuale haccp dell’imbottigliamento dell’olio.

Esso dovrà contenere:

  • parte descrittiva: conterrà informazioni messe a punto per monitorare l’igiene e la salubrità dei cibi venduti ai clienti. Conterrà la descrizione dettagliata del prodotto e la sua destinazione d’uso. Andranno inseriti i rischi possibili legati alla lavorazione e alla manipolazione degli alimenti e i locali dell’azienda, i servizi igienici, i locali di stoccaggio.Verranno elencate le norme igieniche presenti e i punti critici nei processi di lavorazione al fine di tutelare il consumatore
  • schede di autocontrollo: il responsabile dovrà redigere grafici di flusso e schemi riguardanti le varie fasi di produzione degli alimenti insieme all’elenco dei trattamenti che il cibo ha subito, dalla lavorazione alla vendita.
requisiti imbottigliamento olio

Codice Ateco ISTAT

Secondo l’ISTAT il codice Ateco dell’imbottigliamento dell’olio di oliva è:

  • Produzione di olio di oliva da olive prevalentemente non di produzione propria: CODICE 10.41.10